ita deu eng spa

+39 0521 379085

LUN-VEN 9-13 / 14.30-17.30

PRODOTTI INNOVATIVI PER IL RECUPERO, IL TRATTAMENTO E LA MANUTENZIONE DELLE SUPERFICI, NEL RISPETTO DELL’AMBIENTE E DELLA SALUTE DELLA PERSONA

Il 21 novembre si festeggia la Giornata nazionale degli alberi

L’evento dedicato alla valorizzazione del patrimonio arboreo e boschivo italiano

Giornata nazionale degli alberi

 

 

Il 21 novembre è la “Giornata nazionale degli alberi”, una ricorrenza riconosciuta con la legge n. 10 del 14/01/2013 (“Norme per lo sviluppo degli spazi verdi urbani”) allo scopo di valorizzare l’ambiente e il patrimonio arboreo e boschivo e di perseguire “l’attuazione del protocollo di Kyoto e le politiche di riduzione delle emissioni, la prevenzione del dissesto idrogeologico e la protezione del suolo, il miglioramento della qualità dell’aria, la valorizzazione delle tradizioni legate all’albero nella cultura italiana e la vivibilità degli insediamenti urbani”.

 

Le piante, come ci viene insegnato sin dai primi anni scolastici, sono organismi fondamentali per il funzionamento dell’ecosistema, poiché contrastano l’inquinamento ambientale, costituiscono idonei habitat per la fauna selvatica, contrastano il dissesto idrogeologico e migliorano la vivibilità delle aree urbane. Proprio nelle scuole si svolgono solitamente numerose attività per promuovere la conoscenza dell’ecosistema boschivo, il rispetto e la tutela delle biodiversità e l’adozione di comportamenti ecosostenibili.
La legge del 2013 prevede che le istituzioni scolastiche, in collaborazione con i comuni, le regioni e il Comando unità carabinieri per la tutela forestale, ambientale e agroalimentare curino “la messa a dimora in aree pubbliche, individuate d'intesa con ciascun comune, di piantine di specie autoctone, anche messe a disposizione dai vivai forestali regionali, preferibilmente di provenienza locale, con particolare riferimento alle varietà tradizionali dell'ambiente italiano”.

 

Il Ministero dell’ambiente, nella figura del Ministro Sergio Costa, torna in questi giorni a sollecitare i cittadini e le amministrazioni locali a piantare nuovi alberi: “Secondo l’ultimo Inventario Nazionale delle foreste, in Italia ci sono ben 20 miliardi di alberi, ma ci dimentichiamo spesso della loro straordinaria importanza per farci respirare in città e, a livello globale, per combattere i cambiamenti climatici. Si dice che faccia più notizia un albero che cade rispetto a una foresta che cresce. In effetti si è parlato molto di alberi caduti per il maltempo, ora invece facciamola crescere questa foresta urbana: il 21 novembre piantiamo un albero insieme ai nostri figli, con i ragazzi delle scuole, avranno un amico di cui prendersi cura per tutta la vita”.

 

 

Alberi nelle città

 

 

Dal 2015 vengono indetti gli Stati Generali del Verde Pubblico, al fine di rafforzare la cultura del verde e stimolare il confronto e il coinvolgimento tra pubblico e privato. L’edizione 2018 si articola in quattro sessioni tematiche affrontate in quattro città (Napoli, Roma, Padova e Venezia) con l’obiettivo di sottolineare il valore sociale ed economico del verde.

Sempre in merito al tema ambientale, dal 28 novembre al 1 dicembre si terrà a Mantova il primo “Forum mondiale sulle foreste urbane” promosso dalla FAO.

 

La legge italiana del 2013 riconosce e istituzionalizza un evento che in realtà esisteva già da molto tempo: si tratta della “Festa dell’albero” la cui prima celebrazione risale al 1898, per volere dell’allora Ministro della pubblica istruzione Guido Baccelli. Nel 1923 la festa venne istituzionalizzata attraverso una legge forestale e nel 1951 una circolare del Ministero dell’agricoltura e delle foreste stabiliva che la festa si dovesse svolgere il 21 novembre di ogni anno. Questo è effettivamente avvenuto fino al 1979, anno in cui venne delegata la gestione dell’evento alle regioni.

 

Che si chiami “Festa dell’albero” (nome che è stato ripreso da Legambiente per l’evento di messa a dimora di giovani piante e giunto nel 2018 alla sua ventiquattresima edizione) o “Giornata nazionale degli alberi”, le finalità per cui è nata questa ricorrenza rimangono ancora attuali: creare una coscienza ecologica, soprattutto nelle generazioni più giovani che si troveranno ad affrontare problemi ed emergenze ambientali attualmente in costante crescita.

 

 

 

 

Hai trovato questo articolo interessante? Condividilo sui social!


Cerca nel blog

Sezioni Convegni e seminari Approfondimenti News Prodotti