ita deu eng

+39 0521 379085

LUN-VEN 9-13 / 14.30-17.30

PRODOTTI INNOVATIVI PER IL RECUPERO, IL TRATTAMENTO E LA MANUTENZIONE DELLE SUPERFICI, NEL RISPETTO DELL’AMBIENTE E DELLA SALUTE DELLA PERSONA

UNI EN ISO 11507:2007 - PITTURE E VERNICI - ESPOSIZIONE DEI RIVESTIMENTI ALL'INVECCHIAMENTO ARTIFICIALE - ESPOSIZIONE A LAMPADE UV FLUORESCENTI E ALL'ACQUA

La norma specifica le condizioni di esposizione per rivestimenti con pitture esposti all'invecchiamento artificiale in una apparecchiatura che comprende lampade fluorescenti UV e spruzzo o condensa di acqua. Gli effetti dell'invecchiamento sono valutati separatamente mediante prove comparative di parametri scelti (precedente: UNI EN ISO 11507:2002).


Controllo del colore

Sui provini (pannellini in abete rosso) sono state eseguite misure di colore (per ciascuna tavoletta e per ciascun punto di controllo selezionato) con spettrofotometro, in modo da rilevare, di ciascuno, il “punto zero”. Dopo ogni ciclo - descritto nel certificato - di 168 ore, cui sono stati sottoposti i provini, si sono eseguite misure di colore che, confrontate con il punto zero di riferimento, hanno espresso valori denominati “delta E”. Il delta E indica la misura della variazione di colore rispetto al punto di riferimento: tanto più il valore di delta E è elevato tanto più l’alterazione è significativa. Nei certificati di prova sono riportate anche le degradazioni visibili, chespecificano il tipo di variazione di colore che lo strumento ha rilevato, e le osservazioni, in cui vengono indicate eventuali alterazioni della superficie del provino.
Un provino in abete rosso senza alcun trattamento superficiale, sottoposto ad un ciclo di invecchiamento secondo la norma UNI EN ISO 11507:2007, ha un delta E che varia tra 27 e 35 (valore medio 31).


Test secondo normativa Prodotto testato

Lignum Hydromil

Valutazione finale

Il provino ha subito un lieve inscurimento (delta E 17,19) dopo 3 cicli (504 ore) secondo norma UNI EN ISO 11507, mantenendo sempre lo stesso “build”, cioè la stessa struttura: i provini non hanno subito alcun degrado e hanno mantenuto la cerosità al tatto che contraddistingue il prodotto. Si può quindi affermare che il prodotto ha una buona resistenza all’invecchiamento, secondo la norma.

È bene sottolineare che l’invecchiamento naturale e quello accelerato sono differenti: il secondo tenta di riprodurre in laboratorio le condizioni del primo, ma bisogna ricordare che le stagioni non sono mai omogenee, i climi variano da zona a zona e i materiali lignei, proprio perché naturali, possono essere anche molto differenti tra loro. Il test secondo norma può però fornire un’indicazione di massima sui comportamenti che un prodotto può assumere nel tempo.

 

Rapporti di prova

 


Test secondo normativa Prodotto testato

Lignum P-501

 

Valutazione finale

Il provino ha subito un lieve inscurimento (valore medio di delta E: 8,70) dopo 1 ciclo (168 ore) secondo norma UNI EN ISO 11507, mantenendo sempre lo stesso “build”, cioè la stessa struttura: i provini non hanno subito alcun degrado e hanno mantenuto l’aspetto al tatto che contraddistingue il prodotto. Si può quindi affermare che il trattamento ha una buona resistenza all’invecchiamento secondo la norma, nonostante Lignum P-501 sia un prodotto specifico per interni ed esterni protetti.

È bene sottolineare che l’invecchiamento naturale e quello accelerato sono differenti: il secondo tenta di riprodurre in laboratorio le condizioni del primo, ma bisogna ricordare che le stagioni non sono mai omogenee, i climi variano da zona a zona e i materiali lignei, proprio perché naturali, possono essere anche molto differenti tra loro. Il test secondo norma può però fornire un’indicazione di massima sui comportamenti che un prodotto può assumere nel tempo.

 

Rapporto di prova