ita deu eng spa

+39 0521 379085

LUN-VEN 9-13 / 14.30-17.30

PRODOTTI INNOVATIVI PER IL RECUPERO, IL TRATTAMENTO E LA MANUTENZIONE DELLE SUPERFICI, NEL RISPETTO DELL’AMBIENTE E DELLA SALUTE DELLA PERSONA

Glossario

È la parte più giovane, più leggera e più esterna del legno di alberi e arbusti ed è costituita da cellule vive e da materiale di riserva (es. amido).

Pigmento rosso usato già nel XV secolo per dipingere a fresco e per tingere il legno, i pavimenti di mattoni e similari; per estensione s’intende una specifica tonalità di rosso.

Con questo termine si intende la capacità di una determinata specie legnosa di resistere agli attacchi da parte di organismi che ne provocano il degrado (funghi, insetti, batteri, ecc.). La durabilità naturale si riferisce sempre ad un determinato organismo.

È la parte meno giovane e più interna del legno di alberi e arbusti, costituita da cellule morte, non più funzionanti, che presentano maggiore resistenza alle alterazioni biologiche per la presenza di sostanze quali tannini e terpeni. Spesso è di colore più scuro rispetto all’alburno.

Sistema di trasporto di tronchi (singoli o in gruppi) che sfrutta la corrente di corsi d’acqua o del mare.

Nome generico utilizzato per identificare una sostanza naturale o artificiale, che risulta dall’unione (polimerizzazione) di più molecole uguali (monomeri) o simili tra loro.

L’uscita dell’insetto dal suo involucro, una volta raggiunto lo stadio adulto. L’insetto che sfarfalla ha ali, zampe e corpo rattrappiti ma in breve tempo esso acquista la sua forma caratteristica.

Composti di natura fenolica contenuti in numerose piante. Possono essere estratti per l’utilizzo nella concia delle pelli, nella tintura dei tessuti, nella preparazione di inchiostri e nella chiarificazione del vino.

Aggettivo riferito ad animali che che si nutrono di legno vivo o morto. Deriva dalle parole greche xýlon "legno" e phagèin "mangiare”.